Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2021

Onirica

Concerto piano solo della pianista e compositrice Licia Missori. La musica della pianista e compositrice Licia Missori ci si presenta con uno stile preciso e inconfondibile, con la delicatezza e la passionalità ereditate dal mondo classico-romantico, ma in una forma immediata e coinvolgente che trasporta lontano, alludendo continuamente al sogno e al viaggio. Pianista e compositrice romana, Licia Missori inizia a suonare e a comporre spontaneamente all’età di tre-quattro anni. Poco dopo comincia gli studi di pianoforte con la Prof.ssa Elisa Marchettini, proseguendo in seguito con il M° Alessandro Stella. Alla sua formazione artistica hanno contribuito anche lo studio del pianoforte jazz con il M° Massimo Fedeli (2005-06) e della musica pop d’insieme con il M° Stefano Cavallo (2007-08). Dal 2001 svolge attività concertistica sia come solista che in collaborazione con altri artisti, accumulando centinaia di concerti in Italia e all’estero (Germania, Austria, Regno Unito, Paesi Bassi, Ucr

Afro Divas

Un concerto dedicato alle donne. Un omaggio alle grandi interpreti femminili blues, r'n'b, soul, con Alessandra Procacci. Alcune delle più belle canzoni di Etta James, Nina Simone, Aretha Franklin, Tina Turner, Gloria Gaynor, Fugees, Whitney Houston, Mariah Carey, Alicia Keys, Beyoncé, Rihanna, Alexandra Burke, Emeli Sandé... in un intenso concerto acustico, interpretate dalla splendida voce di Alessandra Procacci (All Together Now - Canale 5) e dal pianoforte di Sebastian Marino. Con introduzione e brevi interventi del conduttore. Un sentito omaggio ad alcune delle più rappresentative interpreti femminili. Influenzato dal Blues, che esce dalle comunità di schiavi afroamericani e cresce fino a diventare una dei generi musicali più popolari al mondo, il Rhythm and Blues, o R'n'B, rappresenta genericamente la musica contemporanea popolare degli afroamericani. Il termine viene utilizzato a partire dal 1949 in sostituzione del termine race music, chiaramente offensivo. Iniz

Cuban Feeling

Un sentito omaggio ad una terra feconda di musica e cultura. Boleros in chiave filin' con Joel Torres. Cuban Feeling è un progetto musicale, ripreso ed ampliato, dove il cantante cubano Joel Torres, accompagnato dal pianoforte di Sebastian Marino, presenta le più belle canzoni boleros, cubane e latino americane, interpretate in chiave feeling. Con radici spagnole (danza gitana) e influenze caraibiche, principalmente cubane (danzón e habanera), il genere bolero come lo conosciamo noi, nasce tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo a Cuba per poi raggiungere la sua massima popolarità dalla metà degli anni '30 a tutti gli anni '60 con canzoni di enorme successo. A partire dagli anni '40, dal bolero si sviluppa il filin' (feeling), in risposta al jazz melodico americano e da questo influenzato. In repertorio brani che hanno segnato la storia del genere boleros, come Alfonsina y el mar, Alma mía, Bésame mucho, Dos gardenias, Drume negrita, El manicero, No pued

A un meme di distanza

Una lettura pop e irriverente dell’incursione nell’era digitale del coronavirus sulle nostre vite. Presentato ormai da qualche mese da Pandion Edizioni e Inmagina, “A un meme di distanza”, a cura di Gina Ingrassia e Alessandro Troisi, è un racconto ironico e graffiante della vita quotidiana in tempo di coronavirus, tra flash-mob, autocertificazioni e reclusione forzata, riletta attraverso la selezione di 200 tra i numerosissimi meme a tema che hanno invaso il web dall’inizio della pandemia a oggi. Prodotti della società digitale, caratterizzati da una diffusione virale attraverso i social, facendo ricorso al linguaggio e alle immagini - da semplici frasi ai fotomontaggi con inserimento di fumetti, vignette, illustrazioni - i meme ci raccontano, con il caratteristico lessico tagliente e immediato, gli italiani alle prese con il Covid-19 restituendoci in tempo reale, come in un’istantanea fotografica, umori, timori, aspettative ossessioni e compulsioni della collettività. Prodotti art

Catarsis

Chao Ge, l'artista e la sua missione. Dal catalogo della mostra Epos, la lirica della luce. Pubblichiamo qui il testo dal catalogo della mostra "Epos. La lirica della luce" di Chao Ge al Complesso del Vittoriano di Roma, ripreso anche nell'ultimo numero della Rivista Segni d'Arte. "Questa società è come aria senza ossigeno, le manca qualcosa di buono, soffoca le persone. Chi si trova in questo tipo di ambiente non può vivere sano" scrive Chao Ge della società cinese contemporanea, il cui principio guida sembra essere la sola economia. Ciò sta alterando profondamente il sistema di valori, relegando i principi morali e spirituali ai margini di una cultura consumistica diffusa. Un sentimento maturato a Beijing dove Chao Ge si è spostato per studio prima e per lavoro poi. Un sentimento che contrasta con quello che accompagna la nostalgia delle origini, della terra natia, di quella Mongolia Interna allo stato cinese, caratterizzata da ampi spazi, da orizzont